Mur, pubblicazione bando shock per 15 esperti a titolo gratuito

Mur, pubblicazione bando shock per 15 esperti a titolo gratuito

Marzo 22, 2023 0 di Andrea Bocchini

“Cercasi 15 esperti a tempo pieno e a titolo gratuito”, annuncio di lavoro shock del ministero dell’Università. Marcia indietro della ministra Anna Maria Bernini, il bando è stato ritirato

In un avviso pubblico, datato 8 marzo (poi ritirato), il Mur dice di essere alla ricerca di 15 esperti ad alta specializzazione da inserire (senza stipendio) per almeno 18 mesi.

Dopo che in questi giorni, in Parlamento, la lotta al lavoro precariato e sottopagato è stato tema centrale di tutti i partiti politici (chi a suo modo), la realtà è purtroppo ben diversa. Infatti, può capitare che alcune delle offerte di lavoro meno dignitose in assoluto provengano proprio dagli enti pubblici.

L’ultimo caso, riguarda il ministero dell’Università e della Ricerca, guidato dalla ministra Anna Maria Bernini. L’8 marzo, il Mur ha pubblicato un avviso pubblico per reclutare “15 esperti ad elevata specializzazione da inserire nel nucleo di coordinamento delle attività di analisi, studio e ricerca”.

Tra i requisiti minimi richiesti ai candidati c’è la laurea magistrale in alcuni ambiti di ingegneria, economia, matematica o statistica. Per quanto riguarda la posizione, invece, il ministero precisa che si tratta di un “impegno a tempo pieno”, durata “pari a 18 mesi” prorogabili su richiesta del Mur.

C’è solo un problema: le posizioni sono tutte a titolo gratuito. Una contraddizione, proveniente proprio da chi dovrebbe evitare la fuga di cervelli all’estero, favorita da stipendi e condizioni lavorative migliori.

Un errore tecnico”, ha dichiarato il ministero. Il Mur, in data 21 marzo, infatti, ha deciso immediatamente di ritirare il bando pubblicato “a causa di un errore tecnico nella sua stesura”.

A richiedere il ritiro immediato dell’avviso pubblico, la ministra Bernini che ha dichiarato che avvierà un’indagine interna per capire quale sia stato il meccanismo che ha portato alla “svista”.

“Mentre il Senato si appresa a votare la norma sull’equo compenso, il ministero dell’Università e della Ricerca indice un bando per l’individuazione di 15 esperti ad elevata specializzazione a titolo gratuito, e tanti saluti a tutte le belle parole sull’equo compenso. Una vergogna”, ha dichiarato la presidente del Colab (Coordinamento libere Associazioni professionali), Emiliana Alessandrucci.

Un annuncio di lavoro shock che fa ancora riflettere su delle tematiche molto importanti che, in questi giorni, sono state dibattito intenso in aule parlamentari.

a cura di
Andrea Bocchini

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Portogallo, sospesioni preti accusati di pedofilia
LEGGI ANCHE – Giornata mondiale dell’acqua, rischio crisi imminente